SalvaSalva



Palazzo Castiglioni

Milano è una bella città: avendo tempo e alzando lo sguardo regala angoli di grande suggestione e se riuscite a non farvi travolgere dal traffico e dai ritmi vertiginosi è una città d'arte splendida, che vale la pena di osservare anche da un altro punto di vista.
Ecco allora una nuova sezione di MS, che vuole farvi percorrere le vie dello shopping con un tocco artistico e culturale che vi farà subito apparire come la più informata, la più attenta, la più chic del gruppo.
Naturalmente (ma questo non lo confesseremo mai a nessuno!) sceglieremo solo palazzi, chiese, monumenti e musei che siano vicini a negozi e vetrine degne di una visita.

Va bene la cultura, ma …anche il nostro armadio vuole la sua parte!

Le schede artistiche sono scritte da un uomo, Fabio, appassionatissimo d'arte e grande camminatore milanese, ma tutte le indicazioni significative sono validate e confermate da MilanoSecrets!

PALAZZO CASTIGLIONI

Mi serve un ombretto dal colore insolito per regalare profondità al mio sguardo magnetico, e poi vorrei una nuova bag personalizzata, che sarà perfetta se riuscirò ad abbinarla all'ombretto.
Ah, poi vorrei passare a mangiare un boccone al nuovo Nobile Bistrot di Sadler: è aperto da pochi mesi e non posso essere l'ultima a provarlo!

Sapete che faccio? Vado a visitare Palazzo Castiglioni!
 
Passando prima da Madina per l'ombretto più glamour che c'è, e poi nel micro negozio super carino 'My Style Bags': l'avete mai visto? Borse di tutte le forme e di tutti i formati, dai colori intriganti e da personalizzare con il vostro nome o con un ricamo che renderà la vostra Bag solo vostra, davvero unica.
Ma non mi farò completamente distrarre dallo shopping!
Fabio dice che il liberty è erotico, e ce lo descrive così:
Una delle più belle espressioni del liberty milanese e italiano lo incontrate in Corso Venezia 47 ; è Palazzo Castiglioni, oggi sede della Confcommercio.



Fu, allora, una vera e propria sfida al perbenismo di fine Ottocento, voluto da un importante imprenditore, Ermenegildo Castiglioni e progettato dall'allora trentenne architetto Giuseppe Sommaruga.
Completato in circa due anni, fu clamorosamente inaugurato nel 1904 (più o meno!). "Corretto", dopo poco tempo, il portale particolarmente osé, che presentava due esagerati nudi femminili in lato B, il palazzo rimane un vero e proprio "pezzo unico" del liberty, o stile floreale, o art nouveau o jung stile che dir si voglia.
Le due diverse facciate, quella esterna che si affaccia sulla strada e quella interna che dà sul classico cortile interno, sono un manifesto della interpretazione italiana di uno stile internazionale.
Il basamento è realizzato in bugnato grezzo che riprende le forme naturali della roccia.
I tre piani superiori sono molto ordinati, pur presentando molte decorazioni in stucco stile settecentesco che rappresentano putti, foglie e fiori; l'ultimo piano è alleggerito da due piccoli balconcini interni e finte colonne classiche che regolano le finestre.
Il portone d'ingresso e finestre tonde collocate sul basamento, che forma il piano terreno, sono protetti da inferriate in ferro battuto che valgono la visita; lavorazioni prestigiose di alta scuola, di vero "design", realizzate dai fratelli Ghianda (citazione meritata!).
A pochi metri, all'incrocio con via Palestro, molti altri luoghi bellissimi ma forse non molto noti: bellissimi palazzi, come il neoclassico Palazzo Saporiti, dei primi dell'Ottocento con le sue enormi colonne, e anche Palazzo Serbelloni.
Sull'altro lato, ecco i giardini di via Palestro (anche Milano ha il suo verde!) perfetti per una sosta tranquilla.

In ogni caso, il che non guasta,  tutto a poche centinaia di metri dal "quadrilatero della moda", se volete alternare arte e shopping!!


Palazzo Castiglioni
Corso Venezia 47

Madina
Corso Venezia 23

My Style Bags
Corso Venezia 23

Nobile Bistrot
Corso Venezia 45




Bookmark and Share