SalvaSalva


IN CUCINA c'è sempre qualcosa che bolle in pentola...

Croque monsieur banane e cannella

Goduriosa da lasciarci il cuore, da prepararsi con cura quando il morale va giù giù giù e serve una mano per andare su su su!
Non vi piacciono le banane? Non possiamo comprendervi, ma la ricetta viene benissimo anche senza, con fichi, frutti di bosco e persino con delle banalissime pere, se proprio non trovate nulla di meglio.

Ingredienti e dosi per 4 persone: 
8 fette di pane per toast
2 banane
40 g di burro
40 g di zucchero di canna
2 uova
il succo di mezzo limone
160 g di burro
10 g di cannella in polvere
sale
pepe     

Procedimento:
Pelare le banane e tagliarle a fettine. Irrorarle con il succo di limone.
In una ciotola sbattere le uova con una forchetta. Unire metà dello zucchero di canna.
Spalmare la metà delle fette di pane con metà del burro, spolverizzare con la cannella e unire le fette di banana, richiudere con le restanti fette di pane.
Passare i toast nell'uovo.
Far sciogliere il burro rimasto in una larga padella antiaderente e quando schiuma cuocere i toast alcuni minuti per lato.
Servire ben caldi spolverizzati di cannella.

Tempo di preparazione: 10 minuti
Indice di pigrizia: 1


Caffè Viva Mexico

Un fine pasto di tutto rispetto, da servire quando non avete voglia di preparare il dolce ma sentite comunque la voglia di appagare il palato. Oppure un bel premio da condividere con le amiche durante una serata di spettegolamento violento. Ma anche un piacevolissimo regalo per il vostro lui affaticato dopo una giornata intensa di lavoro.
Insomma, la scusa per berlo trovatela voi, la ricetta…eccola qui!

Ingredienti e dosi per 4 persone:

40 g di miele d'acacia
4 tazzine di caffè ristretto
40 cl di rum scuro

Procedimento:
In quattro mug versare il miele e il rum.
Preparare il caffè e versarlo ancora bollente nelle mug.
Mescolare per far sciogliere il miele e servire.

Tempo di realizzazione: 5 minuti
Indice di pigrizia: 0


Ovo a sorpresa

Ragazze, questa ricetta è davvero geniale e risolverà brillantemente la cena facendovi apparire come la regina dei fornelli.
Tempo di realizzazione per voi, 5 minuti.
Ingredienti da avere in casa: 3 e banalissimi.
Pronte?
Eccola qui.

Imburrate ben bene 2 stampini da muffins a testa.
Vanno bene anche quelli di carta, ma se sono quelli di ceramica è meglio.
Ponete sul fondo di ognuno una fetta di pane tagliata tonda, a misura. Va bene qualsiasi tipo di pane, se è un pò raffermo, meglio.
Adagiate su ogni fetta un'acciuga sottolio o sotto sale ben pulita.
Rompete un uovo per ogni stampino direttamente sull'acciuga.
Sale, pepe, una spolverata di grana.
Mettete gli stampini in una pirofila che vada in forno e versate nella teglia acqua bollente.
Ponete in forno per 8 minuti a 160° (o 7 a 180°).
Ecco fatto.
Se li servite con una bella insalata mista, farete un figurone con impegno pressoché zero.
Ah, una chicca: se gli stampini sono ben imburrati potete anche provare ad estrarre le uova e a servirle senza stampino: operazione pericolosa (pena la rottura dell'uovo!) ma davvero affascinante.


Crumble di cipolle rosse

Già il nome è tutto un programma, perfetto per fare colpo su suocera e cognata riunite per giudicarvi.
Un piatto che è un antipasto, ma anche un contorno vigoroso o un secondo vegetariano leggero. Da imparare e declinare come più vi va, cambiando verdura, la ricetta non cambia…ma il sapore sì!

Ingredienti e dosi per 4 persone:
4 cipolle rosse di Tropea
40 g di zucchero
150 g di burro
180 g di farina
aceto balsamico
sale
pepe

Procedimento:
Pulire e tagliare le cipolle a fette sottili.
Imburrare una pirofila e disporvi le cipolle su un unico strato; spolverizzarle con poco zucchero, sale, pepe e irrorarle con qualche goccia di aceto balsamico.
Lavorare con la punta delle dita il burro morbido con un pizzico di sale; unire la farina  ricavandole un impasto non omogeneo e ancora in briciole.
Distribuire l'impasto sulle cipolle.
Cuocere in forno a 200 °C per 20 minuti circa.
Servire il crumble tiepido.

Tempo di realizzazione: 30 minuti
Indice di pigrizia: 1


Dadolata di salmone al sesamo

Non c'è lavoro o scusa che tenga: se avete un po' di voglia di cucinare, con questa ricetta l'invito lo potete sostenere anche se tornate a casa alle 20 e gli ospiti arrivano alle 20.15.
Basta essersi organizzate prima con la spesa, naturalmente on line per non sprecare nemmeno un istante tra la cassa e il parcheggio.

Unica accortezza? Eliminare ben bene le spine del filetto di salmone, con l'aiuto di una pinzetta (se è da pesce, meglio. Se no quella vecchia per le sopracciglia andrà benissimo!).

Ingredienti e dosi per 4 persone:
4 filetti di salmone (peso 150/200 g l'una)
60 ml di olio extravergine d'oliva
1 spicchio d'aglio
40 g di sesamo nero e bianco
sale, pepe
100 g di guacamole

Procedimento:
Tagliare a dadini i filetti di salmone.
Impanate i dadini con il sesamo, alternando i colori.
Rosolare a fuoco dolce l'aglio con la metà dell'olio in una capace padella.
Cuocere i cubetti a fuoco vivace su ambo i lati per 4 minuti circa. Salare e pepare.
Servire con la salsa guacamole a parte.

Tempo di realizzazione: 12 minuti
Indice di pigrizia: 1


Crumble!


Quando arriva il brutto tempo e un pò di freschino, mi viene subito voglia di 'qualcosa di buono' che esca dal forno, prima con un buon profumo e poi con un ottimo sapore consolatorio e morbido, dolce e semplice.
In un attimo è subito tempo di crumble: un dolce di ispirazione anglosassone, facilissimo da preparare e ideale anche  per esaudire le voglie dell'ultimo minuto.

Ingredienti e dosi per 4 persone:
4 prugne scure (o altra frutta di stagione soda e polposa)
150 g di zucchero
150 g di burro
180 g di farina
cannella
limone

Procedimento:
Pulire e tagliare le prugne a dadi di 1 cm circa.
Imburrare una pirofila e disporvi le prugne su un unico strato; spolverizzarle con poco zucchero e irrorarle con qualche goccia di succo di limone. Profumarle con un pizzico di cannella.
Lavorare con la punta delle dita lo zucchero rimasto con il burro morbido; unire la farina  ricavandole un impasto non omogeneo e ancora in briciole. Porre l'impasto in frigorifero per 30'.
Non saltate questo passaggio: senza il riposo in frigorifero il dolce cuoce male e i grumi così golosi e croccanti non verranno!
Portare il forno a 200° e solo al momento di infornare distribuire l'impasto sulla frutta.
Cuocere per 25 minuti circa.
Servire il crumble tiepido.

Tempo di realizzazione: 10 minuti + il riposo in frigorifero
Tempo di cottura: 25 minuti
Difficoltà: Bassa


Preparate sempre doppia dose dell'impasto e conservate quella che avanza in frigorifero.
Domani, ma anche tra qualche giorno, vi basterà cubettare un frutto e, al momento di infornare, ricoprirlo con l'impasto avanzato freddo di frigo.
Slurp! Ancora più rapido....



Rotolini con mortadella


A me questa ricetta piace un sacco.
Sì, è vero, non è una vera e propria ricetta ma alla fine è talmente pratica, rapida e gustosa che se non ve la spiego non son contenta.

Perfetta per l'aperitivo, è ideale anche come piccolo stuzzichino da portare a casa di amici per un invito informale o da preparare all'ultimo per la merenda dei piccoli di casa (via il Cognac….o forse…ma sì, lasciamolo così si calmano un po'…!).

Ingredienti e dosi per 4 persone:
4 fette di pane bianco per tramezzini
150 g di mortadella affettata sottile
150 g di caprino morbido
1/2 dl di olio extravergine d'oliva
1/2 dl di Cognac
sale
pepe

Procedimento:
Lavorare il formaggio con una forchetta.
Salare, pepare.
Ammorbidire con l'olio e profumare con il vino. Mescolare con forza.
Con un matterello appiattire le strisce di pane il più possibile (non saltate questo passaggio pensando di far prima, altrimenti non si arrotola ma si spacca e fate un macello irrecuperabile!).
Spalmarle con il formaggio, foderarle con la mortadella e arrotolarle bene.
Porre in frigorifero a rassodare.
Affettare i rotolini ottenuti e ricavare tante rondelle.
Servire.

Tempo di preparazione: 10 minuti + il raffreddamento
Indice di pigrizia: 1


Polpettine al cocco


Che dire? È fenomenale!
Il dolce più veloce che esista, e che in poche mosse vi toglie quella voglia di qualcosa di buono in maniera sana e pressoché istantanea.
Viene anche se togliete amaretti e rum, ma con quelli è ancora più gustosa…se poi aggiungete cioccolato a tocchetti o frutta secca spezzettata, ecco pronta una variante!
Fatto salvo per la ricotta, tenete una scorta di tutto già in casa: in un attimo il dessert è pronto.

Ingredienti e dosi per 4 persone:
200 g di cocco rapé
100 g di ricotta
100 g di zucchero a velo
100 g di amaretti
1 uovo
2 cucchiai di rum

Procedimento:
Sbriciolate grossolanamente gli amaretti.
Conservare 25 g di cocco e 25 g di amaretti.
Lavorare in una ciotola la ricotta, incorporare lo zucchero, il tuorlo, il cocco, gli amaretti e il rum.
Montare a neve l'albume e incorporarlo al composto.
Formare tante palline e passarne metà negli amaretti e metà nel cocco rimasto.
Far rassodare in frigorifero.
Servire.

Tempo di realizzazione: 10 minuti + il raffreddamento
Indice di pigrizia: 0

Quiche del salumiere


Una torta salata salva la vita.
E' vero! Non c'è niente da ridere.
Imparare a prepararne una significa avere uno strumento infallibile e passe partout che risolve mille occasioni.
A cubetti è perfetta per l'aperitivo, a fette è un gustoso antipasto, monoporzione fa subito secondo e con adeguata dose di insalata mista e fetta ampia è un piatto unico in grado di soddisfare anche appetiti robusti.

E poi...si fa in un attimo, e si può declinare in innumerevoli varianti.
 
E’ vero: serve tempo per la cottura in forno, ma nel frattempo voi potete poltrire (o fare le altre 100 cose che avete in sospeso sull'agenda giornaliera degna del miglior Stachanov).
E infinte, la ricetta è ideale per quando non si ha nulla in frigorifero: nella quiche potete mettere di tutto (anche avanzi di verdure cotte, per esempio, ma senz'altro formaggi e salumi), creando abbinamenti e sapori sempre nuovi.
L’importante è tenere sempre in frigorifero una confezione di brisée pronta e seguire i pochi passaggi della ricetta.

Ingredienti e dosi per 4 persone:
200 g di pasta brisée già pronta e stesa
150 g di speck affumicato a fette sottili
150 g di scamorza
2 uova
2 dl di latte (o 1 dl di latte e 1 dl di panna fresca da cucina)
sale, pepe, noce moscata

Procedimento:

Preriscaldare il forno a 180°.
Tagliare a cubetti il formaggio.
Sbattere le uova con il latte e condire con sale, pepe e noce moscata.
Foderare una tortiera con un foglio di carta forno e porvi la pasta brisée.
Solo al momento in cui il forno raggiunge la temperatura prevista, riempire con lo speck ed il formaggio e coprire con il battuto di uova e latte.
(questo accorgimento è fondamentale per non ammollare la pasta e far sì che cuocia e non rimanga molliccia e crudina...!).
Cuocere immediatamente in forno per 35 minuti circa.
Intiepidire, sformare  e servire come più vi va.

Altre idee di abbinamento?
Radicchio saltato e provola affumicata, salmone affumicato e feta, fagiolini e patate lessate e bitto, cotto a cubetti e fontina, zucchine o funghi trifolati e toma...sbizzarritevi!

Tempo di preparazione: 45 minuti

Indice di pigrizia: 2!


7 vasetti


Chi non conosce la torta allo yogurt più famosa e preparata nel mondo?
Chi non ha un'amica, una mamma, una sorella o una zia con specializzazione in torte morbide e sofficiose da gustare con il latte o da farcire con marmellata per una merenda?

Ecco la ricetta, basic che più basic non si può.
Da preparare ad occhi chiusi, in qualunque momento e a qualunque condizione: non vi deluderà mai.

Ingredienti:
1 vasetto di yogurt
2 vasetti (quello dello yogurt di prima!) di zucchero
2 vasetti di farina 00
1 vasetto di fecola di patate
1 vasetto di olio o burro sciolto (va bene anche 1/2)
1 bustina di lievito
3 uova medie

Tutti in ciotola, con minipimer o frusta a mano. Gira che ti rigira, più avete pazienza e più si alzerà.
L'impasto va in teglia tonda foderata di carta forno (mica la vorrete lavare?!).
In forno a 190 per 35' circa.

Prova stuzzicadente asciutto superata?
Ottimo! Via dal forno e dallo stampo!

Ehi?? Giù le mani. Prima si raffredda e poi si mangia.


Vuoi scoprire ogni giorno ricette rapide in 140 caratteri? Segui su Twitter @panna975



Bookmark and Share