SalvaSalva


COMO SECRETS

Ed è subito vacanza


Como è un gioiello che stupisce, e non solo perché ci potreste incontrare George, il che già di suo potrebbe non essere una brutta esperienza.

La cittadina su quel ramo del lago (di Como, of course) è una scoperta continua e nasconde dei segreti che proviamo a svelare per voi.



Ci siamo innamorate della zona medioevale, che rimane immutata da secoli e che ha un fascino discreto ma elegantissimo, che già è ben visibile dalla piazza del Duomo. Dopo aver ammirato la cattedrale giratevi e volgete lo sguardo sulla sinistra: ecco delle meravigliose case a graticcio che fanno subito immaginare un’epoca lontana.

Una di queste è il primo piano della libreria Ubik e un giretto vale la pena di farlo, non foss’altro che per instagrammare la chiesa da un insolito punto di vista.
Fatto? Siamo pronte per il grand tour!

Iniziamo da via Carcano e scopriamo al numero 4 un cortiletto bellissimo, dove piante e vasi fanno da opera d’arte e raccontano di una cura discreta, che lascia il verde esprimersi liberamente creando un angolo invidiabile, dove spuntano manichini di legno e midollino del negozio Gianoli. Una visita anche all’interno vi farà scoprire una filosofia mica male: qui vestono ‘donne e ragazze che desiderano inventare con fantasia il proprio stile, giocare con i tessuti, affrontare la vita con divertimento’. Eccoci qui! Siamo nel posto giusto.



Pochi passi e si scopre via Olginati, un altro capolavoro dove guardare la casa più vecchia della città e passeggiare amorevolmente sotto gli archi fioriti.

Proseguendo si sbuca in via Vitani, altro luogo da incorniciare e dove lasciarsi trasportare in un’altra epoca, anche nello shopping.
Qui infatti compaiono i più bei negozi vintage della città, dove scovare quel che di meglio ci hanno lasciato i nostri antenati: noi facciamo tappa fissa da Lopez, dove occhiali, anelli, abiti e cappelli sono autentici capolavori da mixare con gusto al vostro abbigliamento convenzionale.
Anna si è letteralmente innamorata di un cerchietto a petali grigi, pari pari a quello che Lauren Bacall indossava in ‘Gli uomini preferiscono le bionde’.

Poco più avanti e dal lato opposto imperdibile il mix sapiente e ben combinato di Sofia boutique: nuovo e vintage vi accoglieranno per un look solo vostro, da costruire con l’aiuto di abili commesse.

Dopo tanto fashion vi serve un oggetto insolito per la casa? Ecco Gloook, dove ammirare lampade, vasi, ma anche mobili completamente realizzati in carta, una vera e propria scoperta ecofriendly e decisamente fuori dagli schemi.

Mentre tornate verso il parcheggio un giretto per via Vittorio Emanuele non può mancare: accanto alle troppe insegne consuete che costellano tutte le vie centrali di tutti i centri storici italiani, ecco comparire un marchio locale che ha fatto la storia e che ci colpisce ogni volta per la sua proposta di assoluta qualità ma anche di grande fascino. E’ Moresi, che con i suoi filati pregiati e i suoi pattern da urlo ci rapisce ogni volta, e ci costringe ad una sosta forzata. Per la primavera propongono dei pantaloni larghi e cortini alla caviglia da urlo, con disegni che vi lasceranno senza fiato.

Pausa aperitivo? Non fate le milanesi in cerca di happy hour! Meglio scegliere l’Enoteca Castiglioni, una buona selezione di etichette da accompagnare a olive e patatine, mentre si segue con lo sguardo lo struscio serale. E prima di tornare a casa, magari vi va di scegliere una bottiglia da degustare con la cena.

Se avete la fortuna di potervi fermare, ecco un b&b dove soggiornare: Le Dame della Cortesella sarà il vostro buen retiro in attesa che George ripassi dal centro.

La cena? Impossibile non passarla al lago! Da Momi, a bord du lac, a pochi chilometri dalla città, prasserete una serata tête à tête indimenticabile. La strada è impervia, il parcheggio è decisamente faticoso e mette alla prova anche un automobilista ben allenato.
Ma dopo un giretto di shopping comasco una tappa qui è obbligatoria per tutti gli innamorati in cerca di un angolo di paradiso lacustre.
Sarà che a noi milanesi ogni pozzanghera sembra un oceano, ma qui la vista è davvero impagabile, l'atmosfera da film con George Clooney e la cucina di mano sicura.
L'anatroccolo che nuota incurante di voi praticamente sotto la vostra sedia è un inno all'immersione nella natura che tanto bene fa ai cittadini in vena di relax.
Prenotate per tempo: sono in tanti ad aver pensato insieme a voi che questo è un buon posto dove chiederle/gli di stare con voi per l'eternità!






I consigli di una nostra lettrice:

DEP DESIGN STORE Via cinque giornate 68. Si tratta di un negozio che vende prevalentemente articoli per la casa, qualche capo di abbigliamento ed accessori. Il tutto rigorosamente nordic-style. È un po' defilato ma sempre in zona pedonale. Ve lo consiglio, ne diventerete dipendenti. Il secondo luogo e'

PANE E TULIPANI, un localino carino per aperitivi che oltre a ciò è anche fiorista. Da provare. Via Lambertenghi 3.


 
 

Milano, 12 maggio 2015



Bookmark and Share